Batteria smartphone : alcuni consigli per la durata

La batteria dello smartphone così dura di più

Batteria Smartphone consigliLa durata della batteria richiede una particolare considerazione quando acquisti un telefono.
Molti smartphone non permettono di sostituire le proprie batterie quindi utilizzarle in modo corretto è fondamentale.
Ciò vale per tutti gli iPhone e molti telefoni Android di punta.
La sostituzione della batteria può essere costosa o scomoda.
Ci sono anche preoccupazioni ambientali. Gli smartphone sono, francamente, un disastro ambientale e prolungare la durata della batteria del telefono aiuta a mitigarlo.

Ecco alcune cose che puoi fare per preservare e prolungare la durata della batteria del telefono.
Per vita della batteria intendo quanti anni e mesi durerà la batteria prima di dover essere sostituita.
Al contrario, la durata della batteria si riferisce a quante ore o giorni durerà il telefono con una singola carica.

1. Come si degrada la batteria del tuo telefono.

Con ogni ciclo di ricarica la batteria del telefono si degrada leggermente.
Un ciclo di carica è una scarica completa e carica della batteria, dallo 0% al 100%.
Le cariche parziali contano come una frazione di un ciclo. Caricare il telefono dal 50% al 100%, ad esempio, richiederebbe metà ciclo di ricarica.
Fatto due volte è un ciclo di carica completo. Alcuni utilizzano più di un ciclo di ricarica completo al giorno, altri ne utilizzano meno. Dipende da quanto usi il telefono e da cosa ne fai.
I produttori di batterie affermano che dopo circa 400 cicli la capacità della batteria del telefono si ridurrà del 20%.
Sarà in grado di immagazzinare solo l’80% dell’energia che aveva originariamente e continuerà a degradarsi con cicli di carica aggiuntivi.
La realtà, tuttavia, è che le batterie dei telefoni probabilmente si degradano più velocemente di così.
Esperti affermano che alcuni telefoni raggiungono il punto di degrado del 20% dopo soli 100 cicli di ricarica.

OFFERTA AMAZON

Apple Watch Nike+ Smartwatch Grigio Oled Gps Satellitare

EUR. 229,00

OFFERTA AMAZON

Smartwatch per Uomo Donna, Orologio Fitness Activity Tracker Bluetooth 5.0 Impermeabile 5ATM Touch Screen Controllo della musica Cardiofrequenzimetro da Polso Contapassi per Android iOS Samsung Huawei

EUR. 34,84

E giusto per essere chiari, la batteria del telefono non smette di degradarsi dopo 400 cicli. Quella cifra di 400 cicli / 20% serve a darti un’idea del tasso di decadimento.
Se riesci a rallentare questi cicli di ricarica, se puoi prolungare la durata della batteria quotidiana del telefono, puoi anche prolungare la vita della batteria .
Fondamentalmente, meno si scarica e si carica la batteria, più a lungo durerà la batteria.
Alcuni dei miei suggerimenti di seguito potrebbero non funzionare per te.
D’altra parte, potrebbero esserci cose che puoi implementare abbastanza facilmente che non ostacolano come lo utilizzi.
Ci sono due tipi di suggerimenti qui.

Sono disponibili suggerimenti per ridurre lo stress e la tensione della batteria, influenzando direttamente la durata della batteria .
Evitare gli estremi di caldo e freddo sarebbe un esempio di questo primo tipo.
Ci sono anche suggerimenti per rendere il tuo telefono più efficiente dal punto di vista energetico,
rallentando il degrado della batteria rallentando i cicli di ricarica.
La riduzione della luminosità dello schermo sarebbe un
esempio di questo secondo tipo di suggerimento.

2. Evitare temperature estreme di caldo e freddo.

Se il telefono si surriscalda o si raffredda, la batteria può esaurirsi e ridurne la durata.
Lasciarlo in macchina non è consigliato se fuori fa caldo o troppo freddo.

3. Evitare la ricarica rapida.

La ricarica rapida del telefono sollecita rapidamente la batteria. A meno che tu non ne abbia davvero bisogno, evita di utilizzare la ricarica rapida.
In effetti, più lentamente si carica la batteria, meglio è.
La ricarica del telefono dal computer e da alcune prese intelligenti può limitare la corrente che entra nel telefono, rallentandone la velocità di ricarica.

4. Evitare di scaricare completamente la batteria del telefono fino allo 0% o di caricarla completamente al 100%.

I vecchi tipi di batterie ricaricabili avevano la “memoria della batteria”.
Se non li hai caricati completamente e non li hai scaricati a batteria zero, si “ricordavano” e riducevano la loro portata utile.
Era meglio per la loro durata se scaricavi e caricavi sempre completamente la batteria.
Le batterie dei telefoni più recenti funzionano in modo diverso.
Le batterie del telefono sono più efficienti se le mantieni al di sopra del 20% della capacità e al di sotto del 90%.
Di solito la collego prima che scenda al di sotto del 20% e la scollego prima che sia completamente carica.

5. Caricare il telefono al 50% se non lo utilizzerai per un lungo periodo.

La carica migliore per una batteria agli ioni di litio sembra essere circa il 50% se hai intenzione di non usare il telefono per un lungo periodo: caricalo al 50% prima di spegnerlo e riporlo. Invece che caricarla al 100% o lasciarla scaricare allo 0% prima di riporla.
La batteria, a proposito, continua a degradarsi e scaricarsi anche se il telefono è spento e non viene utilizzato affatto.
Questa generazione di batterie è stata progettata per essere utilizzata.

6. Abbassare la luminosità dello schermo.

Lo schermo di uno smartphone è il componente che in genere utilizza più batteria. Abbassando la luminosità dello schermo si risparmia energia.
L’uso della luminosità automatica probabilmente fa risparmiare batteria riducendo automaticamente la luminosità dello schermo quando c’è meno luce, anche se richiede più lavoro per il sensore di luce.
La cosa che farebbe veramente risparmiare più batteria sarebbe gestirla manualmente e in modo abbastanza ossessivo.
Cioè, impostalo manualmente sul livello visibile più basso ogni volta che c’è un cambiamento nei livelli di illuminazione ambientale.
Sia Android che iOS offrono opzioni per ridurre la luminosità complessiva dello schermo anche se stai utilizzando anche la luminosità automatica.

7. Ridurre il timeout dello schermo (blocco automatico)

Se lasci lo schermo acceso senza utilizzarlo, si spegnerà automaticamente dopo un periodo di tempo, solitamente uno o due minuti.
Puoi risparmiare energia riducendo il tempo di timeout dello schermo (chiamato blocco automatico su iPhone).
Per impostazione predefinita, credo che gli iPhone impostino il blocco automatico su 2 minuti, che potrebbe essere più del necessario.
Potrebbe andare bene 1 minuto o anche 30 secondi. D’altra parte, se riduci il blocco automatico o il timeout dello schermo, potresti scoprire che lo schermo si oscura troppo presto quando stai leggendo una notizia o una ricetta.

8. Scegliere un tema scuro.

I pixel visualizzati in nero semplicemente non si accendono.
Questo rende il contrasto tra nero e colore molto nitido e bello. Significa anche che visualizzare il nero sullo schermo non consuma
energia e che i colori più scuri consumano meno energia rispetto ai colori luminosi come il bianco. La scelta di un tema scuro per il tuo telefono,
se hai uno schermo OLED o AMOLED, può far risparmiare energia. Se il tuo schermo non ha uno schermo OLED, e questo include tutti gli
iPhone prima dell’iPhone X, un tema scuro non farà la differenza.
Alcune persone trovano che un tema più scuro affatichi meno gli occhi in quanto meno luce in generale può significare meno luce blu,
che può influenzare i modelli di sonno.
Molte app includono un tema scuro nelle loro impostazioni. Ad esempio, ho impostato Google Libri su un tema scuro, in cui la “pagina” virtuale è nera anziché bianca e le lettere sono bianche. La maggior parte dei pixel vengono visualizzati in nero (sono spenti) e non consumano energia.

9. Limitare l’utilizzo di Facebook.

… oppure limitarne le autorizzazioni. Facebook è un famigerato “consumatore” di risorse, sia su Android che su iPhone.
Se vuoi davvero usare Facebook, vai nelle impostazioni e limita le sue autorizzazioni come la riproduzione automatica dei video, l’accesso alla tua posizione e le notifiche. La riproduzione automatica dei video su Facebook (vengono riprodotti automaticamente, che tu li selezioni o meno)
utilizza energia e dati e in alcuni casi può essere fastidiosa e invadente. Potrebbero esserci impostazioni rilevanti sia nell’app stessa che nelle impostazioni del telefono.
Se Facebook è preinstallato sul tuo telefono, potrebbe non essere possibile eliminarlo completamente perché il tuo telefono lo considera un’app di sistema. In tal caso, puoi disabilitarlo in Impostazioni.

10. Cercare altre app che consumano batteria.

Cerca altre app che utilizzano una quantità sproporzionata di energia nelle impostazioni della batteria ed elimina, disabilita o limita le autorizzazioni ove possibile. Per le app che desideri continuare a utilizzare, puoi limitare le autorizzazioni non necessarie.
Esistono anche versioni “leggere” di alcune app popolari che generalmente occupano meno spazio, utilizzano meno dati e potrebbero consumare meno energia.
Facebook Messenger Light è un esempio.
In generale, tuttavia, le app che consumano più batteria saranno le app che utilizzi di più, quindi eliminare o ridurre l’utilizzo potrebbe non essere così pratico per te.

11. Scoprire come attivare le modalità di risparmio energetico / basso consumo del telefono .

Il telefono dispone di una o più modalità di risparmio energetico. Questi limitano le prestazioni della CPU (e altre funzionalità). Considera l’idea di usarli. Otterrai prestazioni inferiori ma una migliore durata della batteria.
Potresti non preoccuparti del compromesso.

12. Acquistare la versione premium delle app con pubblicità che utilizzi di frequente.

Molte app esistono sia in versione gratuita che a pagamento e la differenza è spesso che la versione gratuita è supportata con annunci.
La visualizzazione degli annunci utilizza un po ‘più di dati e un po’ più di energia. L’acquisto di un’app che usi frequentemente invece di utilizzare la versione gratuita supportata da pubblicità può ripagare a lungo termine riducendo i dati e l’utilizzo della batteria.
Inoltre, puoi liberare spazio sullo schermo eliminando gli annunci che distraggono, di solito ottieni più funzionalità.

13. Gestire wifi/NFC/GPS/BlueTooth

Puoi spegnere le “connessioni” che usi raramente finché non ne hai bisogno. Se non usi mai NFC non c’è motivo di tenerlo attivo.
D’altra parte, connessioni come GPS, Bluetooth e NFC non consumano molta energia in modalità standby, ma solo se funzionano effettivamente.
La cosa a cui pensare in termini di connessioni è che più debole è il segnale del cellulare o WiFi, maggiore è la potenza necessaria al telefono per accedere a quel segnale. Per accedere ai dati cellulari o al WiFi, il telefono deve ricevere e inviare informazioni.
Se non ricevi un segnale forte, significa che il tuo telefono deve aumentare il proprio segnale per raggiungere quella torre cellulare o router WiFi distante, utilizzando più energia.
Se la tua camera da letto ha un segnale cellulare forte ma un segnale WiFi debole, potresti risparmiare energia utilizzando i dati cellulari invece del WiFi. Allo stesso modo, se hai un segnale WiFi forte ma un segnale cellulare debole, è meglio utilizzare il WiFi.
Se sei fuori dalla portata del servizio cellulare e del WiFi, attiva la modalità aereo. Gli smartphone sono sempre alla ricerca di segnali cellulari e WiFi se non li hanno. Se non è disponibile alcun segnale, il telefono ne cercherà costantemente uno.

Push vs. Fetch

Molte fonti online affermano che cambiare la tua email da push a fetch farà risparmiare batteria. Push significa che il tuo dispositivo è sempre in ascolto di nuove email e queste vengono inviate immediatamente. Recupera significa che il tuo dispositivo verifica la presenza di nuovi messaggi a un determinato intervallo, ad esempio ogni 15 minuti. La cosa più efficiente dal punto di vista energetico sarebbe il recupero manuale, ovvero il tuo dispositivo controlla solo la posta quando apri manualmente l’app di posta elettronica.
Si discute se il fetch faccia effettivamente risparmiare energia. Probabilmente dipende dal volume della posta elettronica e dai modelli di utilizzo della posta.

Pensieri finali

Alla fine della giornata, la grande domanda è quanto valga la pena prestare attenzione a tutte queste cose sull’efficienza della batteria.
Vale la pena risparmiare la batteria?

Come si ricarica una batteria agli ioni di litio?
È facile pensare di caricare una batteria come se stessi riempiendo una vasca con “energia”. Basta collegare il tubo finché non è pieno!
Una batteria agli ioni di litio in genere si carica in due fasi. Per prima cosa avviene il processo chiamato carica a corrente costante.
Questa è la parte che è piuttosto semplice. Il caricabatterie per il tuo telefono o tablet applicherà una corrente costante di elettricità alla batteria. Durante questa fase, il caricabatterie decide solo quanta
potenza sta uscendo dalla manichetta e inizia a spruzzare. Maggiore è la corrente costante, più velocemente la batteria può caricarsi.
I caricatori rapidi ad alta tensione, come quelli che stanno iniziando a venire con molti nuovi telefoni, approfittano di questa prima fase per caricare il più rapidamente possibile (al costo di un po ‘di stress’ extra sulla batteria) .
Quando la batteria è ricaricata al 70 percento, la procedura cambia e passa alla ricarica a tensione costante.
Durante questa seconda fase, il caricabatterie si assicura che la tensione, ovvero la differenza di corrente tra la batteria e il caricabatterie, rimanga la stessa invece di mantenere costante la corrente. In pratica, questo significa che man mano che la batteria si avvicina alla carica, la corrente che il caricabatterie le invia diminuisce. Quando la batteria si carica, la velocità di ricarica rallenta. Una volta raggiunto il 100 percento, la carica si accumula semplicemente, quel tanto che basta per tenere conto della minuscola carica che la batteria perde naturalmente nel tempo.
E per quanto riguarda la ricarica eccessiva? È qualcosa di cui devi preoccuparti?
No.
Tutti i moderni dispositivi ricaricabili agli ioni di litio hanno una sorta di circuito integrato di gestione dell’alimentazione, progettato per evitare il sovraccarico della batteria. Manterranno la batteria del telefono carica e pronta a funzionare per tutta la notte con una carica di mantenimento al massimo.

Condividi su
Facebooktwittermail
A.C. Software
Seguici su
Facebooktwitterinstagrammail
A.C. Software