Fedora 36 è una delle migliori opzioni per i nuovi utenti Linux

fedora 36La versione finale di Fedora 36 dovrebbe lanciare la distribuzione in cima alle classifiche “best of”.

Per molto tempo, Fedora è stata una distribuzione utilizzata al meglio da chi ha molta esperienza con Linux. Era un sistema operativo all’avanguardia, il che significava che veniva fornito con tutti i software più recenti. 
Ma nel corso degli anni, Fedora è sempre stato un sistema operativo utilizzato solo da chi ha molta esperienza. E con il rilascio di Fedora 36, ​​è giunto il momento di etichettare la distribuzione per quello che è diventato: un sistema operativo eccezionale, indipendentemente dal fatto che tu abbia usato Linux o meno.

Esatto, può essere utilizzato da chiunque, indipendentemente dal fatto che tu abbia provato Linux o meno.

Ma perché dovresti anche tu? Ok, questa è la grande domanda e la risposta arriva in molte forme, come ad esempio:

Sei stanco del crash di Windows.
Aggiornamenti casuali di Windows ti hanno costantemente fatto perdere tempo e lavoro prezioso.
Il tuo computer non supporta Windows 11.
Hai bisogno di più sicurezza dal tuo sistema operativo.
Vuoi che il tuo sistema operativo si comporti come lo desideri, non come un’azienda ti ha imposto di usarlo.
I Chromebook non hanno abbastanza flessibilità e potenza.
L’hardware Apple è troppo costoso.
Qualunque sia la tua ragione, probabilmente sei alla ricerca di qualcosa che non soffra dei problemi di cui sopra. In tal caso, hai molte opzioni. E con il rilascio di Fedora 36, ​​c’è ancora un’altra opzione che dovrebbe essere selezionata per quei sistemi operativi già pronti per i nuovi utenti.

Fedora 36 è un buono sistema operativo.

Cosa rende Fedora 36 così buono?
Probabilmente ti starai chiedendo perché, dal nulla, Fedora 36 dovrebbe ora essere in lizza con distribuzioni del calibro di Ubuntu Linux , Linux Mint e ZorinOS? Parte del motivo è GNOME 42. Questa iterazione dell’ambiente desktop prende tutte le incredibili nuove funzionalità che si trovano in GNOME 40/41 e le lucida fino alla perfezione. Il flusso di lavoro orizzontale rende incredibilmente facile fare le cose.
Ma invece di esaminare un elenco di tutte le nuove funzionalità trovate in GNOME 42, voglio dimostrare come il desktop aiuta a rendere Fedora 36 così facile da usare. Esaminiamo come condividere cartelle con altri computer sulla rete. Fedora e GNOME ora lo rendono incredibilmente semplice. Ecco cosa fai:

Apri Impostazioni
Vai a Condivisione
Fare clic sul dispositivo di scorrimento On/Off finché non si trova in posizione On
Fare clic su Condivisione file e, nella finestra risultante, fare clic sul nuovo dispositivo di scorrimento On/Off finché non si trova in posizione On.
Una volta che hai fatto quanto sopra, la cartella Public nella tua home directory (cioè /home/USER/Public – dove USER è il tuo nome utente Linux) apparirà sulla rete come una condivisione disponibile.
La nuova funzionalità di condivisione dei file è un ottimo esempio di come Fedora 36 si impegni molto per garantire che tutto funzioni. E con il kernel Linux 5.17, il tuo hardware più recente dovrebbe essere riconosciuto automaticamente senza problemi.

Tutto funziona.

C’era una volta quello era un mantra che è stato relegato a distribuzioni come Ubuntu. Il fatto che Fedora abbia finalmente raggiunto l’apice del “funzionamento” dice molto bene del lavoro che il team di Fedora ha svolto per la piattaforma. Non ho riscontrare un singolo problema. E dato che questa versione è ancora in versione beta, questo la dice lunga.

Le caratteristiche e le modifiche
Per coloro che preferiscono sapere cosa c’è di nuovo e migliorato con le loro distribuzioni, ecco la rosa dei candidati per Fedora 36:

Wayland è il server X predefinito per coloro che utilizzano il driver proprietario NVIDIA.
I caratteri Noto vengono utilizzati come carattere di sistema predefinito.
I database RPM vengono trasferiti da /usr a /var.
La directory /var è ora sul proprio sottovolume Btrfs (per installazioni Silverblue e Kinoite).
Il supporto legacy per i file di configurazione di rete in NetworkManager è stato rimosso.
CC 12
GNU C Library 2.35
LLVM 14
OpenSSL 3.0
Autoconf 2.71
Ruby 3.1
Rubygem Cucumber 7.1.0
Ruby on Rails 7.0
Golang 1.18
OpenJDK 17
libffi 3.4
OpenLDAP 2.6.1
Ansible 5
Django 4.0
PHP 8.1
PostgreSQL 14
Podman 4.0
MLT 7.4
Stratis 3.0.0

L’unica stranezza

Con il rilascio di GNOME 42, due applicazioni di vecchia data sono state sostituite: Gedit e Gnome Terminal. Sebbene Fedora 36 goda della sostituzione di Gedit, Editor di testo, non include la nuova applicazione terminale. Perché questo, non ho idea. Spero che gli sviluppatori Fedora facciano in modo di includere la nuova applicazione Terminal, poiché è un’applicazione molto più pulita e semplice che si adatta meglio al nuovo aspetto e al nuovo aspetto di GNOME. Se dovessi indovinare, direi che la nuova applicazione terminale semplicemente non è pronta (sebbene venga fornita con GNOME OS, che è la distribuzione dedicata a mostrare le novità nell’ambiente desktop).

Indipendentemente da questa stranezza solitaria, tutto in Fedora 36 sembra sublime. Le applicazioni si aprono con una velocità incredibile, hanno un bell’aspetto e si comportano esattamente come previsto. Se sta cercando un nuovo sistema operativo, uno che non ti deluderà, non puoi non considerare Fedora 36 come uno dei principali contendenti.

Seguici su
twitterinstagrammail
A.C. Software
Condividi su
Facebooktwittermail
A.C. Software