Gmail… la posta e molto altro

Gmail, la posta secondo Google

Scopo : Spedire e ricevere messaggi di posta.
Dispositivo : Notebook e PC, Smartphone, Tablet.
La posta di Google, Gmailgmail logo è una delle più utilizzate.
 
Le caratteristiche sono :

1. Spazio di archiviazione gratuito 15Gb.

Lo spazio messo a disposizione da gratuitamente da Google è di 15 GB, che viene utilizzato per Gmail, Google Drive e Google Foto. Questo spazio può essere aumentato acquistandolo.

2. Temi personalizzati.

Il numero dei temi è passato da 35 a…infiniti. Seleziona una tua immagine per utilizzarla come tema personalizzato, oppure scegli da una serie di foto disponibili.
La personalizzazione del tema è una delle caratteristiche di gmail, ma chi utilizza un programma di posta (come per esempio Outlook o Thunderbird) non vede il tema in quanto applicabile solo all’utilizzo di gmail dal sito.

3. Videochiamate, Chiamate e sms.

Puoi trasformare le conversazioni in una videochiamata a cui possono partecipare fino a 10 amici grazie a Hangouts. Puoi inoltre utilizzare le app e aggiungere effetti divertenti.
All’avvio della prima chiamata, Hangouts chiede di installare google talk plugin e poi di riavviare il browser che si sta utilizzando.
Per poter utilizzare queste funzioni, chi chiama e chi risponde deve essere connesso dal proprio browser oppure deve aver installato sul proprio smartphone il programma Hangouts.

4. Visualizza subito gli allegati.

Visualizza i file senza lasciare Gmail. Puoi perfino salvare gli allegati direttamente nel tuo Drive per organizzarli e condividerli in un unico luogo sicuro.

5. Condividi di più con Google Drive.

Inviare file di grandi dimensioni non è più un problema. Grazie all’integrazione di Gmail con Google Drive, puoi inviare via email file di dimensioni fino a 10 GB. I file, inoltre, sono sempre aggiornati e sono disponibili ovunque.

Vediamo come configurare un account gmail.

Innanzitutto bisogna dire che un account di posta può essere utilizzato attraverso un server in entrata di tipo IMAP o POP3.
Diventa allora interessante ed utile sapere cosa questo significhi e quali vantaggi si hanno a configurare un server IMAP o POP3.
In sostanza, la differenza principale tra i due protocolli è che se si utilizza un account POP3, i messaggi di posta elettronica vengono scaricati dal server e salvati in locale, mentre IMAP li lascia sul server e memorizza le e-mail nella cache (temporaneamente).

I due protocolli, POP3 e IMAP lavorano diversamente:

Usando il protocollo POP il programma si connette al server, recupera tutta la posta, la scrive in locale come nuova posta da leggere, cancella i messaggi dal server principale e si disconnette.
Il comportamento predefinito di POP è quello di eliminare la posta dal server. Il che significa non poterla più vedere sia da altro dispositivo (es. smartphone o altro pc) sia via web.
Nelle caselle di posta e nei client di posta però c’è l’opzione per conservare una copia dei messaggi sul server senza cancellarli.
I messaggi inviati dal pc o dallo smartphone non sono conservati sul server, quindi non sono leggibili dagli altri dispositivi.
Usando il protocollo IMAP, il programma di posta del computer o il cellulare si connette al server, richiede il contenuto dei nuovi messaggi e li conserva.
Se l’utente legge il messaggio, lo modifica o la segna come letto o invia un nuovo messaggio, tali modifiche vengono recepite anche a livello server quindi da tutti i dispositivi.
In conclusione, quale protocollo scegliere per configurare un client di posta sul pc o su uno smartphone?
Questo dipende dalle proprie specifiche esigenze e, per chiarire quali sono, si può dire che:

E’ meglio usare POP

se si accede alla posta elettronica da un solo dispositivo, pc o cellulare, se è necessario un accesso costante alla posta elettronica per controllare i messaggi già letti, indipendentemente dalla disponibilità di internet.
POP3 è utile anche se si sta usando un servizio di posta elettronica con spazio limitato;

E’ meglio usare IMAP

se si vuol accedere alla posta da più dispositivi, sia da cellulare che da pc, se si dispone di una connessione a Internet affidabile e costante e se si ricevono tanti messaggi di cui si vuol solo conoscere l’oggetto, per un’occhiata veloce.
IMAP è ottimo anche a conservare una copia online dei messaggi, per potervi accedere da altri computer in giro e per non salvare posta in locale se il pc è usato da altre persone, per questione di privacy.
Se utilizzi IMAP per leggere i messaggi di Gmail in un altro client email, come Outlook, Apple Mail o Thunderbird, ti consiglio di utilizzare le impostazioni indicate di seguito.
 
Una volta stabilito quale server utilizzare i parametri da impostare sono :
1. indirizzo di posta (es. mariorossi@gmail.com)
2. password. Al momento di creare un account gmail ci verrà chiesto di proteggerlo con una password di almeno 8 caratteri (meglio se composta da lettere e numeri, maiuscole e minuscole, meglio ancora se aggiungiamo anche caratteri speciali quali !*+? )
3. nome del server di posta in entrata cioè il nostro POP3 o IMAP, che per gmail è :
 
Server posta in arrivo (IMAP)imap.gmail.com

Richiede SSL: Sì

Porta: 993

Server della posta in arrivo (POP)pop.gmail.com

Richiede SSL: Sì

Porta: 995

 
4. nome del server di posta in uscita cioè SMTP :
Server della posta in uscita (SMTP)smtp.gmail.com

Richiede SSL: Sì

Richiede TLS: Sì (se disponibile)

Richiede autenticazione: Sì

Porta per SSL: 465

Porta per TLS/STARTTLS: 587

Attenzione !!!!… Attenzione !!!!…
Per proteggere meglio il tuo account, Google potrebbe impedire l’accesso al tuo account da un programma di posta (es. Outlook o Thunderbird).
In questo caso, hai due possibilità:
  • Esegui l’upgrade a un’app più sicura che utilizza le misure di sicurezza più aggiornate. Tutti i prodotti Google, come Gmail, utilizzano le misure di sicurezza più recenti.
  • Visita la pagina Consenti app meno sicure e seleziona “Attiva” per consentire l’accesso al tuo account Google dalle app meno sicure.

gmail app meno sicureDigitando indirizzo di posta e password si accede alla pagina

Condividi su
Facebooktwittermail
A.C. Software
Seguici su
Facebooktwitterinstagrammail
A.C. Software