Messenger Kids – meglio una partita tra amici

Messenger Kidsfacebook kids

I giovani non sono ancora pronti all’uso dei social media, che vengono utilizzati non a scopo sociale ma come strumento per avere solamente un indice di popolarità social e non sociale; ignorano però l’aspetto più importante della rete e cioè che tutto ciò che va in internet è difficilmente cancellabile.

Attenzione alla prima app social pensata per i bambini di età inferiore ai 13 anni.

E’ messenger kids.

È una versione a grandezza naturale dell’app per chat di Facebook, Messenger (che, come Facebook stesso, è destinata solo a chi ha più di 13 anni).Con Messenger Kids, Facebook diventa il primo dei principali social network a pubblicare un’app appositamente per i minori di 13 anni.

La problematica più frequente

è che anche i ragazzi considerano la rete un qualcosa di astratto e virtuale, uno strumento per avere popolarità mediatica, non accorgendosi che la stessa popolarità potrebbe ritorcersi contro.

Ed è un gioco da ragazzi per Facebook, i cui utenti adolescenti sono sempre più innamorati di app in competizione come Snapchat, Twitter e Kik, con Messenger Kids, catturare i bambini più piccoli.

Nel tentativo di placare le preoccupazioni sulle notizie false, Facebook ha recentemente annunciato che mostrerà agli utenti di Facebook meno post di aziende e mezzi di informazione e più dai loro amici.

Con la nuova app, crea anche uno spazio presumibilmente sicuro per i bambini. Messenger Kids è pensato principalmente per l’invio di SMS e videochiamate con amici e familiari approvati dai genitori.

Include funzioni divertenti come adesivi digitali e maschere animate.

Il design di Messenger Kids è evidentemente pensato per mettere i genitori a proprio agio. È pieno di controlli dei genitori;i bambini devono ottenere l’autorizzazione di un genitore (tramite l’account Facebook del genitore) per iscriversi e aggiungere ogni nuovo contatto.

Tuttavia, l’app ha anche alcune delle funzionalità molto adulte e quindi poco adatte ai bambini.

Ad esempio, se invii un messaggio a un contatto, Messenger Kids, ti consente di sapere se la persona è online o quanto tempo è passato da quando era attivo.

Ti dirà anche se la persona a cui hai inviato un messaggio lo ha già visualizzato e, in tal caso, per i messaggi inviati di recente, quando.

Questo tipo di informazione può causare ansia

messenger kids crea ansia

negli adulti che hanno già trascorso anni a utilizzare l’app. E abituare i bambini alla comunicazione sempre attiva è molto pericoloso.

I ricercatori della San Diego State University e della Florida State University hanno recentemente scoperto che i ragazzi che passavano molto tempo con gli smartphone sui social media avevano maggiori probabilità di essere depressi. Questa ricerca, che mostra il tasso di suicidi e depressione tra adolescenti negli Stati Uniti dal 2010, suggerisce che questi problemi sono collegati al rapido aumento dell’utilizzo degli smartphone in tutto il paese.

Condividi su
Facebooktwittermail
A.C. Software
Seguici su
Facebooktwitterinstagrammail
A.C. Software