Smart card – Ecco cosa cambia

Scopo : utilizzare la nuova carta servizi e firma digitale
Dispositivo : PC e notebook
smartcardLe nuove SMART CARD introdotte dalle Camere di Commercio hanno fatto venire un bel mal di testa agli utilizzatori ed ai produttori degli Smart Card Reader.
Che cosa è accaduto ?
A partire dal mese di Febbraio di quest’anno le Camere di Commercio delle varie città hanno iniziato a consegnare una nuova tipologia di Smart Card.

Queste card, abilitate alla firma digitale e già conosciute con il nome di “Carta Nazionale dei Servizi” o CNS, sono però diverse da quelle immesse sul mercato negli anni precedenti. Le nuove Smart Card utilizzano dei chip diversi da quelli del passato ed inoltre eseguono la Firma Digitale a 2048 bit.

sc_cartaserviziLa maggior parte degli utenti, una volta ricevute le nuove Smart Card (CNS), hanno cercato di utilizzarle con i lettori e con i software già in loro possesso. Peccato però che le cose non erano così semplici e che, per far funzionare le card, erano necessari dei NUOVI requisiti hardware e software. Queste informazioni non sono giunte alla maggior parte dei clienti i quali hanno iniziato a palesare i primi problemi.

I produttori:

Attualmente in Italia due società hanno l’appalto per la realizzazione delle card CNS; le Camere di Commercio italiane possono utilizzare l’una o l’altra:
  • ARUBA: Carta Bianca con bande rosse e blu riportante sul retro Aruba Pec
  • Infocert: Carta Blu recante la scritta Infocert
sc_chipSu ogni card è installato uno specifico chip. Non molti sanno che la Card, per poter funzionare correttamente, richiede di installare sul PC il “driver del Chip”. I produttori delle card utilizzano chip differenti, pertanto sono necessari driver differenti.
La difficoltà in cui ci siamo imbattuti è stata quella di reperire tutte le informazioni da parte dei produttori delle Card.

I software di utilizzo:
Presso il sito di infocamere erano indicati i software che loro proponevano per il corretto funzionamento delle Smart Card (CNS). Informazione che si è rivelata non completamente corretta.

I driver dei lettori Smart Card:

I lettori Smart Card di nuova generazione, in abbinata con le vecchie Smart card, funzionavano bene senza l’ausilio di driver specifici; era sufficiente collegarli al computer ed in automatico si installavano i driver standard di Windows.

Che cosa bisogna fare ?

  1. Pulizia:  Gli utilizzatori dovevano effettuare una pulizia del proprio sistema rimuovendo tutti i vecchi software di firma, i vecchi driver delle carte e dei vecchi lettori, il vecchio middleware e quanto altro riferito alle vecchie installazioni.
  2. Driver:  I driver standard di Windows non erano sempre compatibili con i software di firma, in particolar modo abbiamo evidenziato che i driver generici di Windows-7 (32 e 64 bit) NON permettevano di poter firmare digitalmente e spesso nemmeno di leggere le card. Nel caso di Windows 8 e 10 i driver standard potevano risultare compatibili ma era comunque preferibile utilizzare dei driver nativi.
  3. Le Card:  La maggior parte delle card di nuova generazione non erano compatibili con i lettori Smart Card venduti parecchi anni prima. Attenzione non erano i lettori a non essere compatibili. I lettori, quando erano stati immessi sul mercato dai vari produttori, erano perfettamente compatibili con quanto richiesto dalla Carta Nazionale dei Servizi in quel momento.
  4.  I Software:  Andavano installati differenti Software di firma digitale ed i driver specifici delle card in possesso a seconda che questa fosse di Aruba o di Infocert. Abbiamo inoltre scoperto, dopo lungo peregrinare, che il software per le carte Infocert con i relativi driver, denominato Dike IC 1.0, sebbene indicato sul sito infocamere, NON permetteva la firma a 2048 bit. Era necessario installare due pacchetti di Infocert: Il Dike 6 ed i relativi driver delle card.Per approfondire la problematica, per ricevere una spiegazione Passo Passo di come risolverla e per avere maggiori delucidazioni in merito alla soluzione per lo smartcard reader Atlantis modello P005-SMARTCR-U  vi rimandiamo alle istruzioni dettagliate presenti al seguente LINK.Oggi possiamo ritenere che lo Smart Card Reader Alantis modello P005-SMARTCR-U  sia compatibile con le Smart Card della Carta Nazionale dei Servizi o CNS emesse dalla camera di commercio e prodotte da Infocert ed Aruba.
Condividi su
Facebooktwittermail
A.C. Software
Seguici su
Facebooktwitterinstagrammail
A.C. Software